Offman – Offman

Purtroppo anche questo è uno di quei casi in cui si riescono a reperire pochissime informazioni riguardo il gruppo musicale in oggetto. Gli Offman. Google stesso con atto di violenza vuole reindirizzare la ricerca su Hoffmann, senza riportare i risultati sui musicisti. Che comunque rimangono pochi. L’essenziale si trova, ovvero la pagina su myspace e la pagina della netlabel Lepers che si è occupata di pubblicarli e divulgarli. Dalla breve descrizione del gruppo si evince che il chimico Hoffmann qualcosa col gruppo possa aver a che fare: non tanto per via dell’LSD che “inventò”, quanto per via della sfaticata pronuncia dei musicisti che si traduce in sfaticata scrittura tale da lidere le lettere non pronunciate: appunto l’h muta e la n finale. Ma questa presunta svogliatezza in realtà sembra più maniera per risparmiare energia da far confluire nel momento in cui si prodigano a suonare: qui di certo non si tirano indietro. Se il noise pervade i ventiquattro minuti del disco non è l’unico elemento che lo compone. Forse può esser la base, l’amalgama che unisce diversi elementi. Dalla farina si può fare il pane. Ma anche la focaccia. Ma anche la pizza. Ma anche la pasta. E qui i risultati sono veramente tanti e differenziati. Proto – grind? C’è. Sprazzi alla Buckethead? Secondo me sì. Ma perdersi in citazioni opinabili è inutile e disperdioso. Meglio ascoltare i loro lampi di scleri, i momenti di calma apparente, e scatenarsi all’ascolto divertente ed impegnativo. Brani che non si accontentano di trovare una via e di mantenerla. Devono percorrerla, quale che sia e ovunque porti. Non si fermano se da asfaltata si passa allo sterrato, anzi. Accellerano e la percorrono fino in fondo. Quando iniziano un percorso non esiste lasciarlo a metà. Ogni tanto ci si ferma, ci si volta e si nota con piacere il tempo trascorso, la strada fatta. E si riparte con ancor più voglia.



Offman – “Offman”

1- Enema patrol
2- Cause effect
3- My sanitary ticket
4- Ti regalano un’ora che ti resta per vivere
5- W.I.M.H.
6- The importance of being Takeshi Rock and Roll

Anno: 2008
Provenienza: Salerno, Italia
Etichetta: Lepers
Download: MediafireOffman nel web:
Myspace

Ascoltali anche nella pagina Musica Creative Commons