A1

Gentlemens
Less said, the better

GentlemensGentlemens – “Less said. the better”
Stream:
Play
Download: Here
License: Creative Commons BY SA NC

Year: 2013
From: Italy
Netlabel: Auto
Genre: Garage, Rock

Gentlemens nel web
Bandcamp
Facebook

Ecco. Io non sono mai stato uno che balla poi tanto, anzi tendenzialmente per nulla, proprio non mi partono i movimenti. Non mi partono sopratutto per tutto ciò che sia unz unz, che si voglia chiamare techno, break, hiphop, dubstep o amenità varie. Ecco, ancora. Questo non è uno di quei casi. Siamo proprio di fronte neanche ad un rock, ma proprio ad un vero e proprio rock and roll, magari non proprio quello degli anni cinquanta, magari quello di qualche anno dopo, quando si era ormai diffuso sempre più tanto da raggiungere i garage ormai svuotati dalle automobili considerate qualcosa di troppo, inutili orpelli, di fornte a degli strumenti maneggiati da ragazzi che si arrischiano di fulminare le minuscole lampadine rimaste a disposizione pur di mettere a volume massimo le valvole degli amplificatori che non possono far altro che friggire sotto lo sforzo massimo di un’energia esplosiva. Suono che rischia di assordare, non solo l’orecchio di chi suona, ma anche quello dei vicini, seppur filtrato dalle pareti del garage ricoperte agghindate per l’occasione con moquette, contenitori per uova di cartone e se si trova anche della gommapiuma. I vicini comunque non saranno contenti. E lo saranno ancora meno quando si renderanno che questa musica è quella delle feste, di quelle fatte in casa, in cui sai quante persone inviti e non quante arriveranno, di quelle in cui non vorresti essere nei panni dell’ospite il giorno dopo ma che ormai ci sei e allora non rimane che lasciarsi trascinare e buttarsi nella bolgia.

Articoli
Ididimarzo, intervista
Rock Shock

Ascolta anche nella pagina Musica Creative Commons