CrimeScene-AbraxsasApparatus

Abraxas Apparatus “Crime Scene”

CrimeScene-AbraxsasApparatusAbraxas Apparatus – “Crime Scene”
Stream: Play
Download: Mediafire
License: Creative Commons BY NC SA

Genee: Lo-Fi, Noise, Sci-Fi
Year: 2008
From: Germany
Netlabel: LoFi/SciFi: Sito; su Archive

Abraxas Apparatus Links
Sito Ufficiale
Archive
Bandcamp

 


Eccoci. Il volume basso, almeno ad un ascolto. Non spaventarsi. Non s’è rotto nulla. Almeno finché non si esageri con il volume. Rumore? Beh, sì. Trattasi perlopiù di noise. Noise. Rumore appunto. Rumore di fondo. Rumore disordinato. Rumore disordinato che dal fondo si porta avanti e prende forma. Non è confusione. Potrebbe sembrarlo. Potrebbe apparire come insieme di suoni ad un primo acchito fastidiosi. Quei suoni che solitamente siamo abituati a scartare. Quei suoni che ci insegnano esser brutti, sporchi e cattivi. Quei suoni che non dobbiamo ascoltare perché per radio od in televisione ci mandano Gigi D’Alessio… O Lo Stato Sociale, quei bravi ragazzi così giovani ma così già impegnati e tanto bravi. E invece quei suoni sporchi, brutti e cattivi che ogni giorno ci circondano, ci rincorrono, ci inseguono nisba. Quei suoni che sono parte della nostra vita. Quei suoni che sono la nostra vita. Quei suoni li dobbiamo lasciar perdere. Per una volta no. Impegnamoci ad ascoltarli. Quei diturbi elettroni. Sì, quei fastidiosi suoni che interferiscono con il passaggio radiofonico del Pulcino Pio. Quei mascalzoni. Ma se invece li ascoltassimo? Vedi che forse a combinarli assieme…? Assieme a quel battito che senti nella fabbrica. O al suono dell’elettricità emanato dai piloni fianco casa… Vedi che forse forse… che anche la quotidianità ci può raccontare qualcosa? In questo caso Abraxas Apparatus sembra partire da una scena del crimine, ma non accontentarsi di una qualunque scena che potremmo trovare in un qualsiasi Csi Miami, NYC o Stratford Upon Lambro (ridente cittadina famosa per aver dato le pasque al celebre mimo cantautore Pierarnulfo de’Boia)… Sembra piuttosto l’analisi con mezzi scientifici di una scena criminale su altro pianeta… La descrizione momentanea di ciò che sta succedendo… Un’ascolto non solo caoitico ma bensì descrittivo. Descrizione non fredda, bensì coinvolgente. Un insieme di suoni che non sembrano più così ostici, ma necessari. La colonna sonora di un film senza il bisogno del film. Un’insieme che va ben oltre, che ti prende per mano e accompagna, senza mai lasciarti solo e rendendoti totalmente partecipe. Quindi niente paura, non rimane che lasciarsi andare.

 

Ascolta anche nella pagina Musica Creative Commons
*per ascoltare nel proprio lettore click destro, salva indirizzo, e dal lettore apri indirizzo